Sezione di Milano - Via V.Monti, 36 - 20123 Milano - tel: 0248519720 - fax: 0248025928 - email: milano@ana.it
OPERAZIONE
"PANETTONE DEGLI ALPINI"


Menù Principale


Concerti Cori della Sezione


Scrivici
Manda una e-mail:
direttamente al
oppure alla


80° della Sezione


I graffiti della sede sezionale


Teresio Olivelli


Online
Abbiamo 87 ospiti e 0 iscritti in linea.

Non ti sei ancora registrato?
Puoi farlo adesso click qui.


ANA Milano in Facebook


Progetto Caduti 1915-18


Alpini in Armi


I nostri grandi uomini



Formazione sezionale 2015
Incontri di formazione sezionale

Tecnica giornalistica
Parlare in pubblico
Relazioni Pubbliche
Gestire riunioni efficaci


Appuntamento del giorno

Relazione morale del Presidente per il 2008
Inserito da rodeghiero
Venerdì, 13 Marzo 2009 - 06:45 PM
News dalla Sezione Pubblichiamo la relazione morale del Presidente sezionale Giorgio Urbinati presentata all'Assemblea dello scorso 8 marzo....

RELAZIONE MORALE

Cari soci Alpini ed amici degli Alpini, un altro anno sociale si è appena concluso e ci ritroviamo per la consueta assemblea sezionale in questa sede, che per noi Alpini, è un luogo a cui, per tanti motivi, ci sentiamo particolarmente legati.
Dobbiamo riconoscere che la cortesia dei responsabili dell’ADSINT, dott. Del Compare e prof. Ravasi, nell’arco di questi anni non è mai venuta meno, per cui di cuore … grazie, grazie per il rapporto che ci lega a voi, per la vostra disponibilità.
Prima di dare inizio a lavori come nostra consuetudine salutiamo ed onoriamo la nostra Bandiera che rappresenta tutti gli Italiani ed i valori in cui crediamo.

Nel nostro DNA è presente il rispetto per i Veci, a cui tutti noi dobbiamo moltissimo. Loro sono stati i primi a credere nella validità della nostra amata Associazione, loro sono stati coloro che hanno saputo riaccendere le prime fiammelle nei focolari delle nostre sedi ed a loro la Sezione, in ringraziamento per tutto ciò che hanno insegnato col loro esempio, consegna un riconoscimento piccolo in confronto a quanto fatto, ma grande per tutto l’affetto che esso rappresenta.


Grazie, grazie di cuore a:
Ernesto Asei Conte (Gr. MiCentro)
Flavio Barello (Gr. Legnano)
Gianfranco Borfecchia (Gr. MiSezione)
Pietro Borgatta (Gr. Legnano)
Antonio Brentel (Gr. Paderno Dugnano)
Natale Brivio (Gr. Missaglia)
Mario Colombo (Gr. Cinisello Balsamo)
Cesarino Gorno (Gr. Bollate)
Gildo Lampugnani (Gr. Legnano)
Umberto Marazzato (Gr. Sesto San Giovanni)
Giovanni Nicoletti (Gr. San Vittore Olona)
Guido Pagani (Gr. Limito/Pioltello/Segrate)
Egidio Panzeri (Gr. Missaglia - alla memoria)
Mario Micca (Gr. Cinisello Balsamo)
Piero Rossi (Gr. MiSezione)
Attilio Seveso (Gr. Bollate)
Giacomo Spada Aldo (Gr. Legnano - alla memoria)
Benito Tinti (Gr. Melzo)

E’ giusto ringraziare questi Soci che hanno fatto rinascere l’Associazione dopo la seconda guerra mondiale ed hanno saputo governarla in tanti anni con amore, dedizione e spirito di altruismo. Sono convinto che in quei frangenti fosse più facile non andare controcorrente alla politica del dopoguerra portando sempre la nostra amata Bandiera come unico simbolo; sarebbe stato sicuramente più facile far passare il tempo e non impegnarsi come invece hanno fatto loro che hanno proseguito sulla strada dei loro predecessori e ci hanno consegnato un testimone che cerchiamo di onorare al nostro meglio.
Ed è giusto ora ricordare anche coloro che hanno dedicato la loro vita alla famiglia Alpina e hanno lasciato uno zaino molto pesante, lo zaino dei ricordi. Tutti sono presenti nei nostri cuori, il loro essere Alpini è un esempio che ci aiuterà sempre e resteranno sempre presenti in tutti quei momenti che abbiamo vissuto assieme in questa stupenda avventura e che purtroppo per noi ..”sono andati avanti”.
Ora, in ricordo di tutti loro, un minuto di Silenzio:

  • Milano Sezione
    Bo Giuseppe, classe 1925
    Bressan Luigi, classe 1920
    Castelli Mario, classe 1938
    Mazzucchi Franco, classe 1919
    Rollando Lamberto, classe 1933
    Saponari Benito, classe 1926
    Scattoni Roberto, classe 1945
    Temporale Renzo, classe 1915
    Cortigiano Blan Angela, aggr.
    Zucchetti Renato, aggr.
  • Abbiategrasso
    Cucchi Edoardo, classe 1926
  • Bareggio
    Folli Luigi classe 1921
    Liuzzi Antonio, classe 1948
    Pozzati Domenico, aggr.
  • Bollate
    Cantagalli Aldo, classe 1911
    Sala Giuseppe, classe 1918
    Selva Raimondo, classe 1939
    Callegaro Bruno, aggr.
  • Bresso
    Silvani Armando, classe 1920
  • Cinisello Balsamo
    Maltrotto Francesco, classe 1932
    Pedrotti Domenico, classe 1915
    Cavagnolo Angelo, aggr.
  • Corsico
    Foch Dino classe 1948
    Mattioli Danilo classe 1932
  • Gessate
    Leoni Giovanni, classe 1937
  • Giussano
    Benvenuti Paolo, classe 1922
  • Lacchiarella
    Caffi Antonia aggr.
    Zacchetti Massimo, aggr.
  • Lainate
    Bettoni Mario classe 1916
  • Legnano
    Mazza Giancarlo, classe 1938
    Spada Aldo, classe 1926
  • Limbiate
    Secomandi Giacomo, classe 1929
    Teston Alberto, classe 1936
  • Limito/Pioltello/Segrate
    Galimberti Andrea, classe 1929
    Franchini Arturo, aggr.
  • Lodi
    Valcarenghi Roberto, classe 1934
    Valenti Achille, classe 1934
  • Melzo
    Giovanetti Rosolino, classe 1924
    Bortolotti Costantino, aggr.
  • Milano Centro
    Bona Giuseppe, classe 1950
    Giua Giovanni, classe 1936
    Schinetti Angelo, classe 1936
  • Milano Crescenzago
    De Lorenzi Antonio, classe 1941
    Zan Adolfo, classe 1933
    Zan Mario, classe 1929
  • Milano Lorenteggio
    Borgonovo Bruno, classe 1922
  • Missaglia
    Panzeri Egidio, classe 1936
  • Paderno Dugnano
    Marelli Angelo classe, 1923
    Roncari Gino, aggr.
  • Sesto San Giovanni
    Bovara Enrico, classe 1931
    Leonardi Romano, classe 1929
    Trangoni Fausto, classe 1927


    Ricordiamo inoltre:
    - Luisa Bedeschi
    - Rigoni Stern
    - Delfino Borroni, bersagliere


    Considerazioni

    Il 2008 è stato un anno molto importante per tutti, è stato l’anno che ha visto per la prima volta nella storia un Presidente di colore alla testa degli Stati Uniti d’America. I nostri governanti l’hanno seguito con così tanto interesse da non essere coinvolti dalla morte dell’ultimo Cavaliere di Vittorio Veneto: il Bersagliere Delfino Borroni. Però d’altra parte non si può pensare che diano peso ad un fatto così marginale non conoscendo nemmeno cosa rappresenti il 4 novembre per la nostra storia. Sono stati pochi i politici nostrani che hanno risposto in modo corretto alla domanda posta dalle Iene! Non si può sperare di far provare un sentimento di rispetto per l’ultimo rappresentante di quella guerra a persone che non sanno amare la nostra Bandiera e la nostra storia patria.
    Chi invece sa e vuol far sapere a tutti gli sprovveduti che cosa rappresenta il 4 Novembre sono gli Alpini. L’anno appena trascorso, infatti, ha dimostrato il nostro amore per le tradizioni, il non volerle dimenticare. Tutte le manifestazioni programmate dal nostro Direttivo nazionale, a cui il nostro Vessillo è sempre stato presente, hanno percorso ogni campo di Battaglia della prima guerra mondiale dal Contrin a Trento passando per tutto il fronte.
    Alla manifestazione del Falzarego la nostra Sezione ha ricevuto, in concomitanza con le altre Sezioni che si sono adoperate a ripristinare i vecchi camminamenti della Prima Guerra,il premio “Fedeltà alla Montagna”; la Sezione è onorata di averlo ricevuto e deve ringraziare tutti i volontari della nostra P.C., da Polonia a Carraro, dal gruppo di Lodi a quello di Giussano e a tutti coloro che hanno dedicato in questi anni giorni di vacanza per ripristinare i vecchi camminamenti sul Monte Grappa. Grazie a tutti voi per il vostro impegno. Grazie a nome di tutto il direttivo sezionale.
    La nostra Sezione è stata gratificata da un altro importante premio; infatti la Città di Vigevano ci ha insignito della “Scarpetta d’Oro” per l’impegno profuso quotidianamente dal Gruppo Vigevano-Mortara e per la riuscitissima manifestazione del 2° Raggruppamento.
    Queste sono medaglie al valore che hanno un peso molto importante per la Sezione; è il riconoscimento che stiamo operando bene, è il riconoscimento del vostro valore e della vostra presenza nei tessuti connettivi dell’Italia. Siete tutti bravi, complimenti.
    Il 2008 sarà un anno da ricordare anche per altri avvenimenti non del tutto piacevoli, ma molto positivi nel fatto negativo. Tutti siamo a conoscenza che il Gruppo di Magenta ha subito un incendio che ha distrutto totalmente la loro Baita; erano rimaste solo delle ceneri, ma a dimostrazione che non si sono demoralizzati, bensì motivati, entro quest’anno la loro sede rinascerà dalle ceneri. Questo sarà sicuramente merito in primo luogo del Gruppo, ma bisogna riconoscere che tanta voglia gli viene trasmessa da tutti gli Alpini. Infatti, come si è saputo del fatto, spontaneamente tutti i Gruppi della Sezione, e non solo loro, si sono prodigati per dare quegli aiuti necessari a rinascere. La stessa sede Nazionale ha dato un congruo contributo. Siamo tutti Alpini, anche gli Amici, siamo una sola famiglia, in noi abbiamo la forza per credere ed avere fiducia nel nostro futuro, questa è un’ulteriore dimostrazione agli occhi di tutti.
    La nostra forza, il nostro affrontare il futuro con sicurezza e senza farci spaventare da nulla porta i suoi frutti, infatti vi anticipo in forma ufficiale che la Sezione di Milano si è arricchita di un nuovo Gruppo. Il 12 marzo il CdS delibererà la nascita del Gruppo Alpini di San Giuliano Milanese. A tutti loro buon lavoro e benvenuti nella nostra famiglia.
    Stiamo morendo? Non c’è più la leva? Come saremo tra x anni? Questa è la miglior risposta!!!
    Ed altri Gruppi possono e devono nascere, sta in noi crederci! Diamoci tutti da fare, sicuramente possiamo crescere ancora.
    In un mondo che va a rotoli, a detta di tutti, noi non ci vogliamo arrendere. Potremo essere in crisi, come tutti, però la nostra fede, i nostri valori, ci permetteranno non di sopravvivere, ma di vivere, di essere d’esempio per serietà e concretezza a tutti.

    Gli organi sezionali

    Non è semplice parlare dello gruppo che collabora a stretto contatto con il direttivo sezionale, sono tutti meritevoli di … un grazie veramente sentito. Non amo fare nomi, sono persone conosciute da tutti voi e quindi sapete quanto amore e dedizione profondono in tutte le occasioni.
    Sono a volte intransigenti, ma sempre nell’interesse superiore della nostra Sezione, il lavoro lo svolgono con ferrea lucidità e determinazione in ogni occasione, sono sempre disponibili, magari a volte mugugnano, ma sono sempre disponibili.
    Chiaro che potrebbero lavorare meglio, se tutto girasse sempre come un orologio svizzero con la collaborazione di tutti.
    Il Consiglio, che mi ha affiancato nell’anno dell’80°, è stato un serio collaboratore in tutte le occasioni, anche in considerazione che quest’anno abbiamo purtroppo dovuto operare con 2 Consiglieri in meno, e la Sezione non ha avuto ripercussioni. Il merito è solo loro Grazie! Saluto i Consiglieri che lasciano l’incarico e li ringrazio; a coloro che verranno eletti, già da ora il mio ringraziamento per la disponibilità a collaborare in un anno che ci vedrà impegnati su diversi fronti. Ci sono già programmi in cantiere, tipo collaborare per poter dotare il reparto di Diagnostica e Chirurgia Endoscopica e Senologia dell’Istituto Nazionale dei Tumori di una attrezzatura che permetterà di curare i tumori al seno evitandone l’asportazione in centinaia di casi. Sarà un impegno di tutta le Sezione, come anche il concorrere alle manifestazioni che nascono dopo la Beatificazione del Capellano Militare della Tridentina don Carlo Gnocchi. La Fondazione si è impegnata a coordinare con gli Alpini tutte le manifestazioni che porteranno alla proclamazione di San Carlo Gnocchi il 25 ottobre p.v. in Duomo. I programmi verranno concordati con loro e la nostra presenza dovrà essere sempre folta. Noi già sapevano che fosse Santo!!!
    La pecca che vi avevo esternato l’anno scorso per i gravi ritardi del nostro notiziario, quest’anno per merito della tenacia di Gianni Papa e della disponibilità dello stampatore, consigliere sezionale e corista, Francesco Tajana, è finalmente finita. Il nostro notiziario è presente nella nostra vita associativa con tempestività. Grazie a voi ed al comitato di redazione.
    Quest’anno ci sono stati tanti collaboratori, anche nuovi, che hanno dato un buon impulso al giornale e gli “storici” hanno dato man forte affinché il prodotto fosse sempre all’altezza della sezione.
    Credo, che in ogni caso, sia importante aumentare i redattori e che i gruppi siano più solleciti a comunicare gli articoli riguardanti la loro attività; quando presenzio alle vostre assemblee scopro le cose belle fatte e che non avete comunicato, almeno con un trafiletto se non volete scrivere un articolo. Comunicate! Scrivete! È meglio uscire con più pagine piuttosto che non essere informati di quello che fate. La spesa si può affrontare,il non conoscere no!

    Le attività sezionali

    Cori

    Quest’anno è stato un anno molto importante e significativo per i nostri cori.
    Iniziando con la rassegna dei Cori sezionali passando dall’Arcinboldi, dall’Australia e finendo con la Messa Prisco è stato un crescendo di risultati uno più importante dell’altro.
    La rassegna è stata una scommessa vinta su tutti i fronti. Molti Cori sezionali non avevano mai avuto la possibilità di ascoltarsi l’un l’altro, questa è stata l’ occasione. Chi era presente sicuramente si è commosso quando tutti i Coristi, a fine programma, hanno cantato tutti assieme. Un Coro di più di 200 persone era la prima volta che mi succedeva di ascoltare.
    Penso che la rassegna vada rifatta, magari in forma itinerante presso i vari Cori.
    Ringrazio tutti i Cori per l’attività, tra prove e concerti, che svolgono in nome della Sezione. Grazie veramente.
    Però mi corre l’obbligo di ringraziare, in modo particolare, il Coro ANA della Sezione di Milano.
    La serata dell’Arcinboldi rimarrà nella storia della Sezione come una pietra miliare. E’ stato un traguardo molto significativo! Complimenti e se verrà rifatta, cosa che tutti sperano, ci impegneremo affinché non avvenga come quest’anno per tutte le persone che non hanno potuto assistere. Spiaceva vedere dei Veci e dei Bocia con le loro famiglie fuori dal Teatro però … purtroppo è andata così!
    Dell’Australia … aver portato i nostri canti dall’altra parte del mondo penso che per la Sezione sia stato un onore, mentre per voi sicuramente, è stato un insieme di affetti e penso anche di tante lacrime.
    So cosa avete provato con i nostri Alpini laggiù, e siete tornati arricchiti nei vostri sentimenti, dopo aver donato momenti stupendi a tutti loro. Grazie.
    Dopo le belle cose una piccola tiratina d’orecchie a tutti voi Cori della Sezione. E’ vero che avete i vostri siti coi programmi aggiornati, ma per favore comunicateli anche in Sezione, un email non costa e diffondere i messaggi è insito nel vostro vivere, i canti parlano nei cuori voi dovete parlare con la … possibilità di avere informazioni aggiornate.

    Servizio d’ordine

    Del Servizio d’ordine non posso parlarne perché nelle nostre manifestazione, girando come orologi, non ti accorgi di loro. Uno se ne rende conto perché il tutto è filato liscio come l’olio, per cui, per deduzione logica, qualcuno ha lavorato affinché ciò avvenisse. Grazie
    Penso di interpretare il pensiero del responsabile se chiedo ai gruppi di fornire persone, giovani e non, per dare una mano nella marea di manifestazioni che ci vedranno coinvolti nell’2009.


    Protezione civile

    Anche per la Protezione Civile l’80° è stato un anno molto importante.
    Hanno completato il 3P! Finalmente la Sezione ha la sua base logistica operativa !
    Grazie a tutti i volontari da Polonia che ha dato il via a Carraro che ha concluso, a tutti i volontari della prima ora ed ai volontari che hanno permesso il taglio del nastro. A tutti nessuno escluso va il plauso della Sezione!
    Ora la marcia sarà in discesa, si avrà tempo per migliorare certi aspetti organizzativi. Non c’è più quell’assillo continuo: "Quando finirà?" Finalmente possiamo dire: " … L’è finida!!".
    Non significa che non ci sia più nulla da fare, anzi adesso dobbiamo operare con maggior determinazione in quello che si intende come attività di protezione civile. Corsi di aggiornamento, esercitazioni, collaborazione con altri Enti, tutte cose importanti che Carraro quanto prima metterà in opera.
    Ci sono anche in previsione importanti cooperazioni con la sede nazionale e con la regione Lombardia. In poche parole: tanto lavoro.

    Donatori di sangue

    E’ la nota dolente. Dobbiamo impegnarci tutti affinché rinasca quello spirito che per tanti anni ha motivato i nostri soci.
    Il donare il sangue è il primo gesto di solidarietà. Noi crediamo nella solidarietà! Dimostriamolo dai primi passi.
    Se nei gruppi esistono donatori di sangue di cui la Sezione non è a conoscenza, comunicatelo! Non è obbligatorio donare il sangue all’Istituto dei Tumori! Però è giusto donarlo!

    Solidarietà

    E’ esattamente l’opposto della donazione del sangue! Siete bravi! Il direttivo è orgoglioso di quello che fate. Quasi tutti i Gruppi sono attivi, in questo ambito. Alcuni gruppi sono iperattivi, come il Gruppo di Giussano che opera in modo da essere un vanto per la Sezione, e per l’Associazione stessa. Siete un esempio per tutti. Grazie
    Non significa che tutti dobbiamo fare come loro, però tutti dobbiamo tentare di fare come loro.
    Chi porta il fatidico granello, dà una mano a fare grandi cose.
    Il direttivo e la sezione tutta sono soddisfatti per l’atteggiamento che avete avuto sia con la Sezione per i lavori staordinari, che con il Gruppo di Magenta.

    Manifestazioni sezionali

    Come dicevo prima, il nostro Vessillo è stato presente in tutte le manifestazioni organizzate dalla sede nazionale, per la celebrazione dei 90 anni della fine dalla prima guerra mondiale. Non voglio fare un lungo elenco delle uscite del nostro Vessillo, però credetemi siamo stati veramente bravi.
    Dove arrivano le dolenti note? Al nostro interno!
    Siamo riusciti a sovrapporre manifestazione nelle stesse giornate! Manifestazioni sezionali annunciate da mesi e … non prese in considerazione.
    Anniversari significativi … passati sotto silenzio, neanche il gagliardetto ha onorato le manifestazioni dei Gruppi della Sezione, non è giusto! Quando una data viene comunicata con largo anticipo va rispettata! Per rispetto di chi lavora!
    Una giornata, forse di pioggia, non giustifica l’assenza dalla festa sezionale di Ponte Selva!
    Accettare “ricatti” in concomitanza con la manifestazione di Vigevano … non è giustificabile! Quella manifestazione è costata al Gruppo tanto tempo per organizzarla e … essere presente in poche centinaia non è giusto! È mancanza di considerazione per chi ha tanto sudato! La nostra folta presenza era l’unico plauso che poteva ricevere e noi … questa soddisfazione non abbiamo voluto darla. Non è giusto!
    Il raggruppamento è una manifestazione parallela alla Adunata nazionale col vantaggio di essere in meno e di non avere i “trabiccoli” tra i piedi. In proporzione le altre sezioni erano più presenti! Non è giusto! Dobbiamo cercare di invertire questa rotta. Dobbiamo rispettare il lavoro dei nostri Soci!
    So che tutti siete impegnati sul vostro territorio. Ed in questo siete veramente bravi. Collaborate coi vostri Sindaci, ed è giusto, ma non fatevi condizionare! Siamo Alpini siamo liberi e non ricattabili. Ricordate che date molto e non sempre vi viene riconosciuto! Siamo un fiore all’occhiello, quando hanno bisogno di una mano la chiedono a noi ma dobbiamo valorizzare la nostra disponibilità, non dobbiamo essere servili, abbiamo la dignità di essere Alpini che spesso non viene compresa.
    Siamo un esempio. Il nostro mondo ci viene invidiato da tutti, dobbiamo esserne orgogliosi, ma pochi hanno voglia di emularci. Quante volte vi dicono: ah gli Alpini sono diversi!, ma quante volte potete dire … cercano di copiarmi, poche.
    La speranza di tutti è che la gente riesca ad imparare da noi il nostro vivere alpino e la nostra dignità alpina.
    So che sono sempre un rompi … però è perché il direttivo è molto soddisfatto di voi, ed io pure, ma spero sempre che nei vostri cuori, come nel mio, ci siano sempre prima gli Alpini, la famiglia e poi gli altri.
    Nel nostro vivere si sono inseriti in modo meraviglioso tanti Amici degli Alpini che nulla chiedono se non rispetto e il riconoscimento del loro collaborare con noi.
    All’assemblea dei delegati, dopo l’Adunata, ne parleremo per riuscire a dare loro ciò che hanno già guadagnato sul campo.


    Viva gli Alpini, gli Amici degli Alpini della Sezione di Milano. Viva l’Italia!

    Giorgio Urbinati

  • Relazione morale del Presidente per il 2008 | Log-in/Creare un account | 0 Commenti
    I soli responsabili dei commenti sono i rispettivi autori.
    Album fotografico


    Calendario 2017


    Link Portale ICS


    Calendario appuntamenti
    <<     Gennaio 2018    >>
    L M M G V S D




    Login




     


    Registrazione

    Recupero pwd smarrita.



    ADEMPIMENTI FISCALI


    Stampa alpina


    Concorso letterario


    Belle famiglie alpine


    Cerca nel portale



    Veci e Bocia on-line


    I Quaderni sezionali


    Portale ANA nazionale


    Mercatino


    Radio Meneghina


     

    Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Milano
    Via V.Monti, 36 - Milano - Codice Fiscale 80122270152 - Partita I.V.A. 06101210158
    Copyright © 2004 - 2008 Sezione ANA di Milano - Webmaster: Michele Tresoldi - Gigi Rodeghiero

    Web site powered by PostNuke ADODB database library PHP Language Supporto Italiano PostNuke
    Questo sito è stato creato con PostNuke, un sistema di gestione di portali scritto in PHP. PostNuke è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL. Puoi visualizzare le nostre news usando il file backend.php

    Powered by AutoTheme

    Powered by the AutoTheme HTML Theme System
    Page created in 0.305450 Seconds