Sezione di Milano - Via V.Monti, 36 - 20123 Milano - tel: 0248519720 - fax: 0248025928 - email: milano@ana.it
OPERAZIONE
"PANETTONE DEGLI ALPINI"


Menù Principale


Concerti Cori della Sezione


Scrivici
Manda una e-mail:
direttamente al
oppure alla


80° della Sezione


I graffiti della sede sezionale


Teresio Olivelli


Online
Abbiamo 22 ospiti e 0 iscritti in linea.

Non ti sei ancora registrato?
Puoi farlo adesso click qui.


ANA Milano in Facebook


Progetto Caduti 1915-18


Alpini in Armi


I nostri grandi uomini



Formazione sezionale 2015
Incontri di formazione sezionale

Tecnica giornalistica
Parlare in pubblico
Relazioni Pubbliche
Gestire riunioni efficaci


Appuntamento del giorno

P.C. - Le tegole del 3P
Inserito da Rodeghiero
Lunedì, 24 Aprile 2006 - 03:35 PM
Veci e Bocia Dispiacerà ai due inquilini alati del 3P, ma ormai il capannone è definitivamente chiuso.
Dopo i portoni di ingresso, anche i vetri sono stati montati sui telai e i due piccioni che da tempo occupavano una postazione “pericolosamente” predominante, devono ora rassegnarsi allo sfratto.
L’ultimo piano è stato sgomberato e si sta provvedendo a tracciare i muri divisori dei servizi igienici, dell’ufficio e della sala riunioni.
Sembrerebbe quindi che i lavori procedano senza intoppi, ma quando si è trattato di salire sul tetto per verificarne lo stato – è proprio il caso di dirlo – ci è caduta una bella tegola in testa.

Ma andiamo con ordine; durante uno dei tanti sabati lavorativi, con la partecipazione della S.I.A. (ovvero la squadra rocciatori), siamo saliti sul tetto nella più totale sicurezza, per piazzare un cavo d’acciaio, cui potersi assicurare ogni qual volta si presenti la necessità di salire sul tetto – ricordiamo infatti che la gronda dello stabile è ad una quindicina di metri di altezza.
Una volta saliti abbiamo constatato che il tetto è in condizioni pietose e non solo le tegole, ma tutta la struttura.
Anni fa, ai tempi della ristrutturazione dello stabile per utilizzarlo come parcheggio – e cioè ai tempi della costruzione dei famosi tre piani interni – a causa di infiltrazioni dovute alla rottura di alcune tegole, qualche calcinaccio ha incominciato a staccarsi dal soffitto.
Per evitare la caduta degli stessi sulle autovetture, fu applicato internamente un controsoffitto in lamiera, che per il momento risolveva il problema, ma che ci ha mascherato le reali condizioni fino ad ora.
Per anni lo stabile è stato poi abbandonato e il tempo e le intemperie hanno intaccato anche strutturalmente la copertura già compromessa.

I nostri responsabili hanno interpellato il Comune di Cesano Maderno, proprietario dell’immobile che ce lo ha affidato in comodato trentennale, per arrivare ad un compromesso.
Da parte del Comune c’è una positiva apertura nei nostri confronti e sembra che ci verrà corrisposto un rimborso, non si sa ancora di preciso quanto e in che modo; per adesso i nostri tecnici stanno preparando un preventivo per valutare la spesa.
La sistemazione del tetto prevede la rimozione di tutte le tegole e la messa in opera di lamiere grecate portanti che appoggiano direttamente sulle travi principali, lasciando scarica l’esile solettina ormai ammalorata.
Data la mole e la pericolosità del lavoro, si sta valutando l’ipotesi di appaltare il lavoro ad un’impresa specializzata, che tra l’altro porterebbe a termine il lavoro in breve tempo.

Nell’attesa di una risposta da parte dell’Amministrazione comunale di Cesano, i lavori procedono all’interno.
Il carro ponte è stato messo in sicurezza e ora può essere utilizzato come ponteggio mobile per scrostare le parti alte dell’edificio, si procede con l’impianto elettrico e con la realizzazione dei divisori interni.
Per questi e per tanti altri lavori è necessario l’aiuto di tutti, non necessariamente iscritti alla Protezione Civile; attualmente c’è bisogno di muratori, ma anche la semplice manovalanza non è rifiutata.
Stiamo cercando di organizzare meglio le giornate lavorative al 3P, che a volte davano l’impressione di essere lasciate un po’ al caso.
Ma, vuoi un po’ per la “foga”, un po’ per le reali difficoltà nel gestire tante persone che svolgono lavori diversi, non è certo facile organizzarsi al meglio, soprattutto per chi non lo fa di mestiere.

Tra l’altro questi lavori non sono proprio usuali per la Protezione Civile, abituati fino a ieri a far andare motoseghe e spalare fango, ma ora c’è la necessità di avere una “casa” per poter essere meglio operativi in futuro.
Un lavoro nuovo per tanti volontari, che si ritrovano a siliconare vetri o a sbadilare malta ai muratori, ma anche per i responsabili che devono gestire i lavori.
I lavori procedono…ma abbiamo bisogno dell’appoggio di tutti per portarli a termine.

Fabiano Folcio

P.C. - Le tegole del 3P | Log-in/Creare un account | 0 Commenti
I soli responsabili dei commenti sono i rispettivi autori.
Album fotografico


Calendario 2017


Link Portale ICS


Calendario appuntamenti
<<     Gennaio 2018    >>
L M M G V S D




Login




 


Registrazione

Recupero pwd smarrita.



ADEMPIMENTI FISCALI


Stampa alpina


Concorso letterario


Belle famiglie alpine


Cerca nel portale



Veci e Bocia on-line


I Quaderni sezionali


Portale ANA nazionale


Mercatino


Radio Meneghina


 

Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Milano
Via V.Monti, 36 - Milano - Codice Fiscale 80122270152 - Partita I.V.A. 06101210158
Copyright © 2004 - 2008 Sezione ANA di Milano - Webmaster: Michele Tresoldi - Gigi Rodeghiero

Web site powered by PostNuke ADODB database library PHP Language Supporto Italiano PostNuke
Questo sito è stato creato con PostNuke, un sistema di gestione di portali scritto in PHP. PostNuke è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL. Puoi visualizzare le nostre news usando il file backend.php

Powered by AutoTheme

Powered by the AutoTheme HTML Theme System
Page created in 0.294727 Seconds